Pubblicizzati su LavoroeFranchising.com  SCEGLI IL MARCHIO CHE FA PER TE, APRI IL TUO FRANCHISING! 

 

Sei un Franchisor?

Top Franchising

  • franchising-ja-ja-joint-logo_38686ed85a3795cfc5b59869e81a1322
  • games-time-cafe-logo_bcb4828869180c0a3a8edaa4b2043884
  • isola-celiaca-logo_3b5918557235dd55e269dfb09c61fb47
  • logo-fruscio-franchising_7416e33c027f3cd2f662f8cd7487420b
  • logo250centroaste_89b8d9a36e4fa1c707aa5ab4d31d735a
  • logo_34d035a978761ed125d35f8b3ec95bb2

Franchising in Evidenza

  • 10decimi_52acc697078fc2ebbd0986c31dd45080
  • fotodigital-logo_442a25b293e023869652b7637424c400
  • logo-asciuttissimi250_83a5554f2347ab6127b4ee6981c29f68
  • logo250_5e25e90666df596c00816780797d9bad
  • wash-dog-logo_e185f4f07a1b00b4ef4a801bd400b092

Il Responsabile della tesoreria o Cash Manager o Responsabile della liquidità aziendale, si occupa di ogni aspetto legato ai flussi di capitale in entrata ed in uscita, nonché del fabbisogno di capitali in cassa.
I compiti principali del Responsabile della tesoreria si sviluppano nelle seguenti attività:

  • pianificazione dei rischi di cambio;
  • ottimizzazione della liquidità aziendale;
  • gestione dell’indebitamento della società;
  • previsione del denaro che entra e che esce dall’azienda;
  • controllo del flusso monetario;
  • ricorso a finanziamenti esterni.

Questa figura è responsabile dell’elaborazione e dell’attuazione delle politiche monetarie dell’impresa, in coordinamento con il Management finanziario, per essere in linea con le scelte previste in materia. Allo scopo, egli consulta quotidianamente le direzioni dei reparti aziendali sia per sapere il fabbisogno di liquidità e non incorrere in emergenze nel reperimento di fondi, sia per rilevare l’eccedenza di cassa nelle diverse unità operative ed elaborare quindi proposte di investimenti.


COMPETENZE

Il Responsabile della tesoreria, nel predisporre il piano finanziario annuale, mensile e giornaliero, dove compaiono la portata e la natura dei flussi monetari, necessari allo svolgimento delle attività nei diversi comparti aziendali, deve avere ottime capacità di governo di tali flussi, secondo le esigenze dell’impresa, notevole dimestichezza e grande conoscenza dei mercati. A queste competenze occorre aggiungere un’ottima capacità di utilizzo delle tecnologie informatiche e telematiche, non solo per i collegamenti in rete all’interno dell’azienda, ma anche per la consultazione di banche dati e di siti istituzionali per l’aggiornamento continuo (andamento delle quotazioni di borsa, costo del denaro, tassi di interessi attivi e passivi, trading on lineIl volume degli scambi comerciali e di borsa via internet.). L’ottima conoscenza della lingua inglese è indispensabile, poiché le funzioni del Tesoriere si svolgono a contatto dei mercati nazionali ed internazionali, utilizzando spesso solo l’inglese come lingua di lavoro. Si richiede inoltre al Cash Manager un’ottima conoscenza dei software gestionali ERP (Enterprise Resource Plannig) e SAP (System, Applications and Products). Il Responsabile della tesoreria deve avere infine buone capacità di relazione con i livelli gerarchici elevati, nonché capacità di decisioni rapide e, quindi, deve poter dimostrare una grande affidabilità e riservatezza.


FORMAZIONE

Il Responsabile della tesoreria è generalmente laureato in economia e commercio, con una formazione áorientata naturalmente verso le discipline bancarie e finanziarie. La formazione continua rimane un requisito indispensabile anche durante l’esercizio della funzione e un’esperienza all’estero fa parte quasi obbligatoriamente del curriculum di aggiornamento.


CARRIERA

È possibile diventare Responsabile della tesoreria, dopo aver iniziato anche come Tecnico contabile, soltanto dopo un certo numero di anni. Essendo il livello di questa figura già alto, i suoi possibili avanzamenti, lo portano direttamente verso la posizione di Direttore Finanziario. Ulteriori possibilità di sviluppo si possono ottenere, movendosi da un’impresa ad un’altra, purché questa offra miglioramenti retributivi e di inquadramento. Visto il grande fermento nel mondo delle transazioni finanziarie e dei movimenti di capitale, c’è un notevole mercato che promette buone prospettive di carriera con il passaggio verso posizioni i lavoro autonomo, in qualità di Consulente Finanziario.


SITUAZIONE DI LAVORO

Il Responsabile della tesoreria, che generalmente è a capo di un gruppo di lavoro, è inserito nel comparto della direzione finanziaria e si coordina con il Direttore Finanziario dell’impresa in cui opera. La sua posizione comporta l’inquadramento dirigenziale. Nelle aziende commerciali, il Responsabile della tesoreria si occupa di gestire le transazioni economiche con le altre sedi, le filiali, i clienti ed i fornitori, elaborando sistemi di pagamento e procedure di accredito e addebito, che siano in grado di ottimizzare i flussi monetari in entrata ed in uscita. Il Responsabile della tesoreria deve anche mantenere relazioni con gli Istituti di Credito e gli Istituti Finanziari, oltre che con la Banca d’Italia ed il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Deve inoltre avere relazioni con Enti Pubblici e privati come l’Ufficio Italiano Cambi, le Borse, le Società di Intermediazione Mobiliare (SIM) e le Società di Gestione del Risparmio (SIRG). I guadagni sono buoni fin dall’inserimento: la retribuzione iniziale parte dai 30/35.000 euro lordi annui per arrivare a 40/60.000 euro del dirigente, senza contare gli eventuali benefits.


TENDENZE OCCUPAZIONALI

A causa della sempre più diffusa diversificazione delle funzioni finanziarie, questa figura, soprattutto ai livelli più elevati, è di difficile reperimento e quindi piuttosto ricercata sul mercato. Molte offerte di lavoro sono pubblicate direttamente in inglese.


FIGURE PROFESSIONALI PROSSIME

Le figure professionali più vicine sono il Responsabile della contabilità, il Direttore finanziario e il Credit Manager.

Fonte: Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori
http://www.isfol.it/orientaonline/home.asp

Franchising Low Cost

Franchising di Successo