Pubblicizzati su LavoroeFranchising.com  SCEGLI IL MARCHIO CHE FA PER TE, APRI IL TUO FRANCHISING! 

 

Sei un Franchisor?

Top Franchising

  • games-time-franchisingstorelogo_723cc0bd5aa4da4344bcc394dfb41f42
  • logo-IBI-distributori-250_8debfce33450774d8809c2e2c0cad475
  • logo-franchising-neovit-consulting_d0a26d9838733da262621f1cd761fc23
  • logo250elerent_1e573ffba95cc54facc6773767f88a5e
  • love-canapa-logo-franchising_8c93348d289c49c56b788de66434d831
  • low-design-franchising-logo_97080064bd85d97fbcf402c5e69749bb

Franchising in Evidenza

  • 10decimi_52acc697078fc2ebbd0986c31dd45080
  • logo-osm-partner_23b07435af652d5223b0171104ab3d0d
  • logo-picnic250_a99829f6c98d1d0c310181c1789bf394
  • logo-progetto-assistenza-franchising_69d065f758bdf0b446952084b5706f1d

finanziamento franchisingContrariamente a quanto ritengono alcuni, i finanziamenti a fondo perduto possono essere richiesti anche per supportare i propri progetti di franchising.

A stabilirlo è – tra gli altri – anche il prestito d’onore 2014, che tra le varie agevolazioni prevede anche quelle nei confronti di coloro i quali si dicono intenzionati ad aprire un’attività in franchising usufruendo del “consueto” mix tra il 50% di contributo a fondo perduto e il 50% di finanziamento a tasso di interesse agevolato.

Per quanto concerne le caratteristiche del contributo e del finanziamento a fondo perduto e dell’agevolazione di cui sopra si è potuto anticipare qualche tratto, ricordiamo come possono diventare beneficiari dell’intervento le persone fisiche o le società di persone e di capitali, di nuova costituzione, che intendono avviare una nuova attività imprenditoriale con la formula commerciale del franchising. È inoltre necessario che almeno la metà dei soci (ovvero, in possesso di almeno metà delle quote di partecipazione della società) sia maggiorenne, non sia occupato, e sia residente nel territorio nazionale.

Per quanto invece riguarda gli investimenti che sono ammissibili ai sensi della normativa sul finanziamento a fondo perduto “d’onore“, ricordiamo come anche per quanto concerne il sostegno alla formula commerciale del franchising, rappresentano spese ammissibili quelle relative alle attrezzature, agli impianti, ai macchinari e agli allacciamenti, ai beni immateriali di utilità pluriennale e le quote di affiliazione, la ristrutturazione degli immobili, i materiali di consumo, i semilavorati e i prodotti finiti, gli altri costi relativi al processo produttivo, le utenze e i canoni di locazione per gli immobili necessari per l’azienda, gli oneri finanziari o ancora la prestazione di garanzie di assicurazione sui beni finanziati.

Ricordiamo ancora che, di norma, sono le stesse società affilianti a prestare delle assistenze utili per coloro i quali desiderano affiliarsi al franchising sfruttando i benefici dei finanziamenti a fondo perduto: un ulteriore valore aggiunto per sfruttare tutti i bonus di tale ghiotta soluzione imprenditoriale.

Vuoi maggiori informazioni sui negozi in franchising? Clicca qui!

Fonte: Blogcliclavoro

Franchising Low Cost

Franchising di Successo