Come aprire un negozio di bike sharing

Aprire un negozio di bike sharing può essere un’idea interessante soprattutto nelle città dove si sceglie sempre più spesso di utilizzare mezzi per la mobilità alternativi a quelli pubblici oppure a quelli inquinanti come auto e motorini. Nel settore del bike sharing si può scegliere di noleggiare sia biciclette tradizionali sia bici elettriche che permettono di raggiungere anche i 25 km/h. 

L’avvio di un negozio di bike sharing è consigliata principalmente in centri cittadini che hanno un gran numero di abitanti oppure turistiche, dove c’è maggior richiesta di questi mezzi comodi ed eco-sostenibili. Ma come aprire un negozio di bike sharing? Scopriamolo insieme con questa guida redatta da www.lavoroefranchising.com

come aprire un bike sharing

Come aprire un negozio per il bike sharing? Iter e permessi

Per aprire un negozio di bike sharing è necessario seguire sia il giusto processo organizzativo sia dal punto di vista burocratico. La prima cosa da fare, ancor prima di avviare le pratiche burocratiche è realizzare un business plan. Il piano di azione dev’essere dettagliato e prevedere al suo interno diversi dettagli sia dal punto di vista dei costi, sia della ricerca della location e infine le possibilità di profitto che si possono generare con la propria attività.

Una volta siglato il business plan e verificato più o meno a quanto ammonta l’investimento da effettuare bisogna cercare la giusta location.

Non serve un locale molto grande, ma bisogna sceglierne uno che si trovi in una zona centrale. Inoltre, si deve optare per un locale che abbia già una destinazione d’uso commerciale e possibilmente con un affitto in linea con l’attività che devi condurre. 

Scelto il locale si deve passare all’iter burocratico vero e proprio che richiede: 

  • L’apertura di una Partita IVA che serve a identificare la tua ditta individuale o la società
  • Iscrizione al Registro delle Imprese alla Camera di Commercio competente in base a dove apri il locale
  • Permesso dal Comune, conosciuto anche come SCIA che permette di avviare l’attività in modo corretto con tutti i permessi necessari.
  • Anche se solo per il bike sharing, è necessario anche un certificato ASL che permetta di accertare che il locale sia a norma.
  • Infine, bisogna effettuare l’iscrizione agli enti previdenziali e pensionistici come l’Inps e l’Inail. 

Una volta che avrai ottenuto tutti i permessi e scelto il locale per condurre la tua attività, dovrai acquistare le bici tradizionali ed elettriche da affittare agli avventori.

Negozio bike sharing: i costi

Aprire un negozio per il noleggio biciclette o bike sharing è necessario considerare anche i costi richiesti. Nello specifico i costi da considerare vanno da quelli burocratici a quelli funzionali e necessari all’apertura dell’attività a tutti gli effetti.

Dal punto di vista burocratico tra i costi del commercialista, quelli per la richiesta dei permessi e l’apertura delle posizioni Inps e Inail. Bisognerà considerare all’incirca 2 mila euro in totale.

Per quanto riguarda invece l’affitto del locale, specie se si sceglie di aprirlo in città, i costi possono andare dai 1000 ai 2000 mila euro al mese circa. Bisogna comunque considerare che per fittare il locale ci vorranno almeno tre mesi di caparra da un minimo di 3 mila euro a circa 6 mila euro.

I costi per il locale prevedono anche eventuali allacci alle utenze, come la luce e internet, le spese per l’assicurazione sul locale in caso di danneggiamenti, incendi o furto. Con un costo che oscilla tra i 3 e i 5 mila euro circa.

L’investimento più oneroso è quello che riguarda invece l’acquisto delle biciclette elettriche e tradizionali. Considerando un numero di 10 biciclette elettriche e di circa 20 biciclette tradizionali, il costo può andare sui 30 mila euro circa. Valutando sia le spese anticipate prima sia quelle per l’attrezzatura i costi oscillano tra i 50 e i 60 mila euro circa.

Guarda le proposte in Franchising nel settore della Green Economy:


Guide e Supporto su Come aprire un attività di veicoli elettrici

Ti proponiamo una guida per avere tutte le informazioni utili su come aprire un negozio di prodotti per veicoli elettrici in modo da non commettere errori  ed avere già in partenza tutte le informazioni importanti per valutazione corretta.

Con il KIT CREAIMPRESA DI VENDITA E NOLEGGIO VEICOLI ELETTRICI avrai una guida completa su:

• individuare i finanziamenti, i contributi a fondo perduto e le agevolazioni pubbliche che puoi richiedere
• conoscere le leggi e le norme che regolano un attività di noleggio e vendita veicoli elettrici
• conoscere le licenze, le autorizzazioni e i requisiti necessari per aprire un attività di noleggio e vendita veicoli elettrici
• prevedere i guadagni di un attività di noleggio e vendita veicoli elettrici
• prevedere l'investimento d'apertura e i costi per gestire un attività di noleggio e vendita veicoli elettrici
• conoscere le attrezzature e gli impianti necessari per un attività di noleggio e vendita veicoli elettrici
• progettare al meglio la gestione di un attività di noleggio e vendita veicoli elettrici

 veicoli elettrici creaimpresa


Clicca qui per scoprire l'offerta e le modalità d'invio del Kit completo

 

 Articoli correlati:

> Come aprire un Noleggio di Monopattini e Bici Elettriche

 

Recensioni

Franchising
Rated 4.85 based on 5 customer reviews
Info utili
scritto da , il11-12-2015
5 5
Aprire in franchising non è semplice. Grazie per le informazioni e per avermi permesso di consultare le aziende più importanti del settore.
Ottimo articolo e proposte
scritto da , il10-05-2015
5 5
Articolo ben fatto, con diversi marchi nel settore. Utili informazioni e contatto diretto con le aziende.
tante opportunità
scritto da , il23-07-2016
4 5
Panoramica utile sui vari settori: informazioni esaustive e possibilità di contattare le aziende direttamente.
Proposte franchising serie
scritto da , il14-10-2016
5 5
Molti franchising proposti e, sopratutto, sono stato ricontattato da tutti in modo da chiarirmi le idee.
Sito ben fatto
scritto da , il21-09-2016
5 5
Giudizio positivo!