Come avviare una pizzeria

Oggi parleremo di pizzerie, una delle attività più popolari in assoluto a livello mondiale e uno dei capisaldi dell’offerta gastronomica italiana.

Un alimento prelibato e amato in tutto il mondo, che si presta per definizione a tantissime variazioni e a tocchi personali in grado davvero di fare la differenza tra un locale e l’altro.

Prima però di arrivare a poter far gustare ai propri clienti la nostra fantastica pizza, sarà necessario compiere una serie di operazioni necessarie ad aprire un’impresa di successo, nonché essere in grado di conoscere bene i costi che dovremo sostenere per poter aprire il nostro locale.

Vediamo allora insieme quali sono i principali passaggi per entrare nel mondo della ristorazione in tutta semplicità.

Un locale adatto a qualsiasi luogo

Per quanto riguarda la scelta del luogo, ovviamente i criteri che dovremo seguire sono quelli dettati si dal nostro buonsenso che, ovviamente, dalla ricerca di mercato che condurremo in fase preliminare.

La buona notizia è che, a prescindere dall’ubicazione del nostro locale, potremo essere certi che una buona pizza basterà da sola a farci avere una clientela di golosi che, colpiti dalla nostra proposta gastronomica, faranno la fila fuori dalla nostra pizzeria.

Che si tratti di un ristorante in cui si prepara la classica pizza napoletana oppure nel quale la proposta si fa più gourmet e particolare, forse non esiste un singolo paese o cittadina in cui l’apertura di una nuova pizzeria non verrà accolta con gioia e curiosità, proprio in virtù dell’estrema popolarità di questo piatto.

Quali sono i requisiti specifici?

Per quanto riguarda i requisiti del nostro locale, questi dipendono in gran parte dal tipo di attività che intendiamo aprire: nel caso delle pizzerie, infatti, esse possono essere sia esclusivamente da asporto (quindi senza bisogno di tavoli, posate e così via) oppure avere una sala di dimensioni variabili per poter permettere ai propri clienti di consumare la propria pizza appena essa viene tirata fuori dal forno.

A questo proposito, sarà ovviamente necessario dotarsi di un forno (preferibilmente a legna, ma anche elettrico va bene), di una impastatrice professionale e di un banco da lavoro dotato di ripiani e compartimenti in cui tenere gli ingredienti sempre a portata di mano.

Ovviamente, dovremo considerare anche l’acquisto di un frigorifero dove conservare i nostri alimenti e, infine, anche di uno spazio per tenere al fresco bibite ed eventuali dolci da vendere ai nostri clienti.

Costi e potenziali ricavi di una pizzeria

Per quanto riguarda i costi, invece, le attrezzature che abbiamo elencato sono assolutamente necessarie e costituiscono le prime voci che inseriremo nel nostro business plan.

È difficile, in questo caso, stabilire con precisione quanto può costare esattamente aprire una pizzeria proprio perché, come abbiamo visto, esistono innumerevoli varianti da considerare. Vogliamo proporre ai nostri clienti anche dei contorni? In questo caso, potremmo anche dotarci, ad esempio, di una friggitrice; quanti coperti puntiamo ad avere nel nostro locale, e di che dimensioni lo vogliamo? Che tipo di arredamento e di forno intendiamo dotarci? Queste variabili possono ridurre o aumentare notevolmente i costi che abbiamo in mente, e meritano quindi di essere studiate con molta attenzione.

Parlando di ricavi, essi sono ovviamente proporzionali al successo che avrà il nostro locale, ma può essere utile ricordare che una stima semplice ma efficace prevede che il costo di qualsiasi alimento o bevanda che viene venduta ai clienti deve superare di almeno tre volte quello delle materie prime utilizzate per realizzare il piatto servito. Nel caso delle bevande o di qualsiasi altro alimento non prodotto in sede, sarà allora importante affidarsi a fornitori in grado di garantirci, al momento della vendita, un margine di guadagno altrettanto ampio.

L’iter burocratico

Per quanto concerne la procedura burocratica da seguire per poter aprire la propria pizzeria, dobbiamo essere pronti a rimboccarci le maniche e affrontare una serie di operazioni di assoluta importanza, tra cui:

  • il titolare dovrà avere almeno 2 anni di esperienza nel settore anche come dipendente o, in alternativa, aver conseguito un titolo di studio idoneo o aver frequentato un corso SAB, ovvero atto alla corretta somministrazione di alimenti e bevande;
  • essere in possesso delle conoscenze necessarie alla corretta conservazione degli alimenti, che deve avvenire nel rispetto delle norme vigenti in materia di salute e igiene. Sarà allora necessario uniformarsi alle regole dettate dal codice HACCP, le quali possono essere imparate anche seguendo un corso specializzato.

Dal punto di vista burocratico, invece, sarà necessario:

  • essere in possesso di una partita Iva
  • iscrivere la nostra società presso il Registro delle Imprese del nostro comune di riferimento;
  • regolare le posizioni INPS ed INAIL dei nostri dipendenti;
  • comunicare non meno di 30 giorni prima dell’apertura, l’inizio della propria attività presso lo Sportello delle Attività Produttive del proprio comune;
  • ottenere la licenza necessaria per poter vendere e somministrare bevande alcoliche;
  • richiedere il permesso per esporre l’insegna della propria pizzeria. In alternativa, sarà anche possibile risparmiare su questa spesa semplicemente utilizzando delle decorazioni sulla vetrina principale del proprio locale.

Ovviamente, come per qualsiasi altra attività commerciale, sarà necessario effettuare la consueta registrazione presso la Camera di Commercio del proprio comune di riferimento, esattamente come avverrebbe nel caso di un negozio di qualsiasi tipo.

Essenziale, lo ricordiamo ancora una volta, essere in possesso non solo delle caratteristiche legali indicate dalla legge, ma anche di una predisposizione personale a un lavoro sempre dinamico, mai monotono e spesso molto delicato.

Guide e Supporto su Come aprire un Pizzeria

Ti proponiamo una guida per avere tutte le informazioni utili su come aprire un Pizzeria in modo da non commettere errori  ed avere già in partenza tutte le informazioni importanti per valutazione corretta.

Con il KIT CREAIMPRESA PIZZERIA avrai una guida completa su:

• individuare i finanziamenti, i contributi a fondo perduto e le agevolazioni pubbliche che puoi richiedere
• conoscere le leggi e le norme che regolano l'attività di Pizzeria
• conoscere le licenze, le autorizzazioni e i requisiti necessari per diventare Pizzeria
• prevedere i guadagni dell'attività di Pizzeria
• prevedere l'investimento d'apertura e i costi dell'attività di Pizzeria
• conoscere le attrezzature e gli utensili che servono ad uno Pizzeria
• progettare al meglio la propria una attività di Pizzeria

 aprire una pizzeria

Clicca qui per scoprire l'offerta e le modalità d'invio del Kit completo

> Guarda le idee franchising

> Guarda le migliori proposte di Franchising Pizzeria

Recensioni

Franchising
Rated 4.85 based on 5 customer reviews
Info utili
scritto da , il11-12-2015
5 5
Aprire in franchising non è semplice. Grazie per le informazioni e per avermi permesso di consultare le aziende più importanti del settore.
Ottimo articolo e proposte
scritto da , il10-05-2015
5 5
Articolo ben fatto, con diversi marchi nel settore. Utili informazioni e contatto diretto con le aziende.
tante opportunità
scritto da , il23-07-2016
4 5
Panoramica utile sui vari settori: informazioni esaustive e possibilità di contattare le aziende direttamente.
Proposte franchising serie
scritto da , il14-10-2016
5 5
Molti franchising proposti e, sopratutto, sono stato ricontattato da tutti in modo da chiarirmi le idee.
Sito ben fatto
scritto da , il21-09-2016
5 5
Giudizio positivo!