I 5 passi per costruire la tua attività

 

Un adeguato percorso di scelta prevede, cronologicamente, le seguenti fasi:

 

1. analisi del franchisor;
2. analisi del pacchetto franchising;
3. analisi delle prospettive economico-finanziarie;
4. monitoraggio del contratto.


Non esistono modelli di riferimento per valutare la validità di un sistema di franchising, esistono tuttavia alcune condizioni preliminari che nei migliori sistemi vengono soddisfatte.
1) E’ necessario informarsi sui dati certi del franchisor ( anno di fondazione, trend di crescita, obiettivi futuri ).
Questi parametri indicano da quanto tempo il franchisor è presente sul mercato e quale è stato il suo trend di crescita degli ultimi anni. Questi dati se positivi, possono tranquillizzare il potenziale affiliato sulla solidità della società. Se dai valori in possesso dovesse emergere una forte crescita o una drastica riduzione dell’attività sarà bene effettuare un’attenta analisi di mercato, della rete di vendita, o della qualità prodotto/servizio, della concorrenza.
Sarà opportuno anche confrontare i dati risultanti dal bilancio degli ultimi tre esercizi per valutare la situazione economica e finanziaria del franchisor.
In Italia non sono previsti obblighi specifici, ma il Regolamento dell'AIF impone ai propri associati un "pacchetto" di notizie che riguardano l'azienda affiliante ed i propri dirigenti; la rete di franchisees pre-esistente; il contratto; il mercato; i costi ed i risultati di gestione standard della rete.

2) E’ necessario informarsi sulla composizione del management ( esperienza,successi, insuccessi e motivi che li hanno causati).
La capacità di trasferire ad altri le proprie conoscenze maturate nel corso degli anni, attraverso l’esperienza, rappresenta spesso un vero e proprio patrimonio aziendale.
Pertanto una rotazione troppo elevata dei dipendenti addetti all’attività manageriale potrebbe significare, in alcuni casi, scarsa chiarezza nelle scelte operative dell’azienda.
La solidità di quest’ultima invece, si fonda anche sulla capacità di valorizzare, gratificare e premiare i propri dipendenti migliori, creando un sistema stabile di connessioni tra direzione e quadri che diventerà un valore aggiunto della società.

3) E’ necessario prendere coscienza dell’attività necessaria per creare profitto: il fatturato, i margini medi di guadagno, l’entità complessiva dei costi, gli investimenti necessari per migliorare qualitativamente l’esercizio. Un’attività ha speranza di rimanere duratura nel tempo solo se riesce ad essere redditizia. Occorre quindi che l’affiliato conosca anticipatamente i costi cui dovrà far fronte, il fatturato medio ipotizzato, il numero degli anni necessari per rientrare dall’investimento iniziale ( licenza, arredo , merce, canone
d’affitto ).

4) E’ necessario informarsi sull’acquisto di merci, la possibilità di esclusiva territoriale, la qualità dell’assistenza del franchisor, il diritto di entrata, laregolamentazione delle condizioni di risoluzione del rapporto di collaborazione.
Queste clausole, quasi sempre contenute nel contratto di franchising, sono molto importanti e possono risolvere eventuali dubbi.
L’esclusiva territoriale rappresenta la volontà del franchisor di non creare nell’area territoriale in questione un’altra impresa in franchising. Il diritto di entrata evidenzia l’importo iniziale richiesto dal franchisor per ammettere il franchisee nella propria rete. Molto importante è la qualità dell’assistenza offerta dall’affiliante all’affilato a sostegno dell’attività intrapresa (assistenza nella selezione e nella formazione del personale, assistenza finanziaria e logistica ecc…) . Nel valutare il rapporto di collaborazione, inoltre, il franchisee dovrà porre particolare attenzione alle clausole di risoluzione documentandosi presso i propri consulenti di fiducia.

5) E’ necessario informarsi sulla partecipazione del franchisor ai vari saloni del franchising che si svolgono durante l’anno in Italia.
Spesso, è anche importante partecipare ai convegni organizzati che possono servire a comprendere meglio i vari aspetti commerciali di questa formula. In base ai dati ed alle informazioni raccolte presso tali Saloni, quindi, il potenziale franchisee potrà meglio prefigurarsi il tipo di attività a cui pensava di aderire.
Uno dei problemi dei franchisors è quello di riuscire ad essere attrattivi per il mercato di riferimento. Un’analisi del sistema ha mostrato che dove il franchising è ben congegnato la difficoltà di avanzamento della rete si riduce; viceversa, un progetto mal strutturato può generare difficoltà di recruiting ed è spesso causa di problemi successivi.

Fonte: Devasini P., Il sistema franchising : deontologia, normativa, giurisprudenza, creazione e sviluppo della rete, aspetti internazionali, ETAS libri, Milano, 1990

Recensioni

Franchising
Rated 4.85 based on 5 customer reviews
Info utili
scritto da , il11-12-2015
5 5
Aprire in franchising non è semplice. Grazie per le informazioni e per avermi permesso di consultare le aziende più importanti del settore.
Ottimo articolo e proposte
scritto da , il10-05-2015
5 5
Articolo ben fatto, con diversi marchi nel settore. Utili informazioni e contatto diretto con le aziende.
tante opportunità
scritto da , il23-07-2016
4 5
Panoramica utile sui vari settori: informazioni esaustive e possibilità di contattare le aziende direttamente.
Proposte franchising serie
scritto da , il14-10-2016
5 5
Molti franchising proposti e, sopratutto, sono stato ricontattato da tutti in modo da chiarirmi le idee.
Sito ben fatto
scritto da , il21-09-2016
5 5
Giudizio positivo!