FRANCHISING ANIMALI DOMESTICI: come aprire il tuo negozio in franchising

Avere un debole per gli animali domestici può trasformarsi in business. LavoroeFranchising.com offre diverse soluzioni per aprire il tuo negozio per animali domestici in franchising con numerosi brand di successo. Puoi sentirti libero di sfruttare il tuo talento e la tua passione di lavorare in un negozio per animali domestici facendo affidamento ad una solida azienda già esistente.

I NEGOZI  PER ANIMALI DOMESTICI RESISTONO ALLA CRISI

Solo nel 2011 il giro d'affari in Italia è stato di 1.604 milioni di euro! Anno dopo anno aumentano sempre di più le famiglie che decidono di accogliere in casa animali domestici. Gli amici a 4 zampe richiedono dunque una serie di servizi e cure che solo personale qualificato può dare.

Leggendo questi dati aprire un negozio per animali, conviene!

Certamente coloro che decidono di aprire un negozio devono nutrire un forte interesse per il mondo animale e garantire servizi di qualità. Importante è la piena disponibilità nei confronti dei padroni al fine di trasmettere sicurezza e competenza.

Guarda le nostre proposte

Cosa bisogna fare?

• Inviare la dichiarazione di avvio attività.

• Aprire partita IVA, iscriversi all'INPS ed iscriversi presso il registro delle imprese alla camera di commercio.

• Se l'attività prevede la vendita di alimenti è necessario  essere in possesso dell'idoneità al commercio alimentare ottenibile con relativo corso (organizzato da enti statali, province, comuni ed aziende appaltate) e conseguirne l’attestato.

I costi possono variare molto in base alla tipologia del negozio per animali che si vuol aprire ma il range d’investimento si aggira solitamente su un investimento contenuto.

In Italia ci sono almeno 60 milioni di animali domestici. È una indagine del 2014 a confermarlo e i numeri negli ultimi anni non sono molto cambiati. Ciò significa che nel nostro paese non c’è differenza in termini di popolazione con gli animali che teniamo a casa.

Il record appartiene ai cani, che sono gli animali domestici più diffusi presenti in oltre il 55% delle case degli italiani. Seguono i gatti appena sotto il 50%. L’indagine mostra anche che a preferire i cani sono le famiglie con figli, mentre i gatti vivono spesso con i single. I felini si sa sono animali molto indipendenti e tranquilli. Secondo molti studi medici, gli animali domestici più diffusi giocano un ruolo positivo nelle famiglie e in casa. Per i loro padroni sono più di una presenza quotidiana: sono componenti a tutti gli effetti della vita familiare. Per la ricerca scientifica cani e gatti hanno effetti positivi nei rapporti familiari, fanno bene ai bambini, dando loro tranquillità e infondendo sicurezza e rispetto; gli anziani circondati dagli animali dicono di sentirsi meglio e inoltre rappresentano un ottimizzo mezzo per socializzare, uscire all’aria aperta, fare attività fisica.

Considerato questo panorama molto favorevole, aprire un negozio in franchising dedicato ai nostri animali domestici non è affatto una cattiva idea.

Perché usare il franchising?

Innanzitutto perché ci sono marchi già affermati che vi possono aiutare a entrare nel mercato e poi perché il franchising, per la sua connotazione, è molto semplice da utilizzare e ha innegabili vantaggi.

- l’accordo riguarda due parti che rimangono indipendenti tra loro. Sono due figure imprenditoriali ciascuna con la propria autonomia.
- negli accordi del contratto di franchising affiliante ed affiliato svolgono un ruolo complementare, mettono insieme le forze per aumentare le vendite, consolidare la clientela e aumentare la percezione e il valore del marchio, da cui entrambi dipendono.
- l’affiliato noto come franchisee entra nel mercato in modo concreto, ha meno difficoltà nell’avviamento dell’attività, ha una potenziale clientela rivolta alla rinomanza del marchio. E in più può disporre delle tecniche di vendita dell’affiliante: arredi, insegna, know-how sul prodotto o servizio, materiale pubblicitario, campagne di marketing su tutti i media.
- l’affiliato opera in una zona non del tutto coperta. Può giocare sulla novità: entrare in un mercato dove ci sono molti animali domestici, magari in un’area residenziale che ha un parco vicino e che è nota per essere frequentata dai padroni con i loro cani.
- l’affiliante o franchisor può contare sull’entusiasmo e la voglia di fare dei nuovi affiliati per estendere la sua rete di vendita. Può aumentare il fatturato e consolidare la sua presenza grazie alla liquidità apportata dal costo di ingresso, che varia a seconda dell’attività, del marchio e della posizione geografica.
- se l’accordo col franchisor va male, il franchisee avrà comunque guadagnato sufficiente esperienza nel settore per tentare di continuare la strada con un altro marchio o mettendosi in proprio. Ma il franchising è la formula commerciale di espansione più conosciuta e praticata al mondo e quella a cui è legata l’esperienza economica di grandi marchi, conosciuti in tutto il mondo.

Perché puntare sul franchising degli animali domestici

Perché l’area PET appartiene alla cura di un essere vivente e solo un padrone insensibile e crudele terrebbe un animale in casa o nel giardino, privandolo delle attenzioni e delle cure che merita. Cani e gatti, ma anche altri animali come pappagalli, pesciolini, rettili, piccoli roditori e altri uccelli, sono soggetti a precise disposizioni di legge circa la loro registrazione e il mantenimento (non tutti). La legge punisce l’abbandono e la violenza sugli animali.

Un dato su tutti: gli animali ospitati in casa spesso sono più di uno (più cani che gatti), ciò dimostra la volontà di prendersene cura. La spesa settimanale varia da animale ad animale, ma può far specie pensare che nel nostro paese vi siano almeno 30 milioni di pesciolini da appartamento. Per questi servono acquari, mangime e strumenti per il mantenimento e la pulizia dell’ambiente. E che dire delle gabbie per gli uccelli o per la toeletta dei cani e dei gatti. La somma media settimanale per un animale domestico arriva 50 euro considerando anche le cure mediche annuali. Ma c’è chi arriva a spendere molto di più.

Questo amore degli italiani per gli animali domestici ha dunque un risvolto commerciale. Servono strumenti per l’igiene, cure mediche, alimentazione corretta, collari, guinzagli e altri articoli per animali di tutti i tipi. Inoltre è risaputo che i padroni amano viziare i loro animali, sia per farli star bene, sia per fare una bella figura con colleghi o amici che a loro volta ne hanno uno. Si sa che per mantenere il pedigree di determinati cani, l’alimentazione, l’igiene e la salute sono fondamentali. Parliamo dunque di un settore in crescita, che ha ampi margini di sviluppo, una buona prospettiva che si basa su valide fondamenta commerciali. Un parterre di potenziali clienti affezionati, che ci tiene, e che vede nella spesa per i suoi animali domestici una necessità per farli stare bene e dimostrare di averne cura.

Consigli ed informazioni  per scegliere accuratamente il marchio a cui affidarsi. La categoria offre brand per  servizi quali: l’ assistenza per gli animali domestici, la toelettatura, la vendita di prodotti alimentari specifici.


Franchising
Rated 4.85 based on 5 customer reviews
Consigliato
scritto da , il11-12-2014
5 5
Consiglio lavoroefranchising perché finalmente ho trovato marchi affidabili, informazioni chiare e possibilità di approndire.
Sito utile
scritto da , il10-05-2015
4 5
Contenuto utile e marchi controllati. Buon sito
ben fatto!
scritto da , il23-07-2016
5 5
Lavoroefranchising.com è il sito di riferimento nel settore franchising. Ne approfitto per fare i complimenti alla redazione per i contenuti scritti: veramente ben fatti!
Serio ed affidabile
scritto da , il11-06-2016
5 5
Molti franchising proposti e informazioni utili. Inoltre sono stato ricontattato da tutti i marchi contattati. Professionali!
Miglior sito informativo
scritto da , il21-05-2017
5 5
Il miglio sito di franchising tra quelli consultati!