Pubblicizzati su LavoroeFranchising.com  SCEGLI IL MARCHIO CHE FA PER TE, APRI IL TUO FRANCHISING! 

 

Sei un Franchisor?

Top Franchising

  • 100-montaditos-franchising_df5845d9a07308268a01382a6174241a
  • logo-franchising-neovit-consulting_d0a26d9838733da262621f1cd761fc23
  • logo-idea-bellezza-franchising_92de17d4485fe2523a846e5e4417d56b
  • mondo-senza-glutine-logo_388963031fc57ce0f4fe0f49b502e842
  • sportello-energia-franchising_25c4f1eaa0e75738c26e40f813b8963a
  • stanza-semplice-logo_e1a072764c6ec0ae1298c2ea34e5d74b

Franchising in Evidenza

  • 10decimi_52acc697078fc2ebbd0986c31dd45080
  • logo-bike-street-food_597a9e9061ea572270205661295210bd
  • logo-boutiquecasa-franchising250_6466ce83ae8f0b2b1fc6e276010a13e9
  • logo-osm-partner_23b07435af652d5223b0171104ab3d0d
  • posta-privata-nazionale-logo_8c60526e497a29a5f9f21590e7b24875
  • royal-assistance-logo_54baaf7a2d19058833ec894264725094

L'Esperto in compensation svolge l'insieme di attività connesse all'individuazione, alla gestione e alla ridefinizione delle politiche retributive aziendali, al fine di rinforzare e incentivare il miglioramento continuo delle performance dei dipendenti.
Nell'ambito della gestione delle risorse umane questa figura deve:

  • analizzare la retribuzione base, attraverso la verifica della coerenza interna e della competitività esterna della retribuzione stessa;
  • studiare e pianificare i livelli retributivi di base, definendo o rifocalizzando la struttura e i programmi retributivi, in particolare, le linee di politica retributiva, i criteri di riconoscimento delle prestazioni, valorizzando in termini temporali gli effetti delle decisioni di tale politica sul monte salari complessivo e sulle situazioni retributive individuali;
  • diagnosticare la retribuzione variabile attraverso l'individuazione di aree di miglioramento di tale retribuzione e delle altre quote retributive collegate alla prestazione;
  • studiare la retribuzione variabile attraverso la progettazione e la revisione del relativo sistema che comprende la definizione di principi e di obiettivi, la scelta dei modelli, la determinazione dei cicli temporali, la simulazione costi-benefici, la selezione dei criteri di misura delle prestazioni e la loro definizione;

  • analizzare i fringe benefits (benefici addizionali), attraverso l'individuazione di aree di miglioramento del sistema retributivo aziendale;
  • effettuare uno studio sul pacchetto dei benefits, progettandolo o revisionandolo;
  • studiare l'applicazione dei singoli benefits ai diversi profili.

Questa figura professionale può operare sia nella funzione del personale di aziende di grandi dimensioni (molto spesso realtà multinazionali) focalizzando l'attenzione, nell'ambito del proprio lavoro, al sistema premiante aziendale ed al suo confronto con l'esterno; oppure in società di consulenza dove può svolgere la stessa attività per le imprese clienti, occupandosi di realizzare le cosiddette indagini retributive relative a settori produttivi, a fasce professionali (quadri/dirigenti) o a specifiche figure.


COMPETENZE

L'Esperto deve possedere una buona conoscenza del funzionamento delle imprese e dell'organizzazione in cui si trova ad operare, relativamente agli orientamenti strategici, alla struttura e al sistema professionale. Le conoscenze specifiche comprendono teorie, metodi, tecniche e strumenti atti a verificare la coerenza degli elementi retributivi, a definire o rifocalizzare strategie e politiche retributive aziendali quali il posizionamento, il mix retributivo (retribuzione base e fringe benefits) e le differenziazioni interne, nonché a trasformare scelte di politica retributiva in piani definiti, temporizzati e valutati in termini di costi. Tra le competenze trasversali sono importanti la capacità di analisi, la capacità di risolvere problemi complessi in modo articolato, e di risolvere problemi operativi, individuando soluzioni concrete (problem solving). La conoscenza della lingua inglese e la capacità d'uso delle tecnologie informatiche a livello utente sono requisiti normalmente richiesti dalle imprese.


FORMAZIONE

L'Esperto in compensation è in genere un laureato in discipline economiche o giuridiche. Per esercitare la professione al livello prefigurato sono necessari almeno 4-5 anni di esperienza e di apprendi- mento "on the job".


CARRIERA

La mobilità orizzontale di questa figura è all'interno dell'area della gestione delle risorse umane. La mobilità verticale consiste nel passaggio a responsabilità gestionali.


SITUAZIONE DI LAVORO

Questa figura, sia nelle imprese che nelle società di consulenza, è un dipendente con contratto a tempo indeterminato, inserito come "quadro". Nello svolgimento del suo lavoro spesso utilizza software specifici destinati alla simulazione degli andamenti delle retribuzioni-base, delle retribuzioni variabili, dei fringe benefits e dei costi aziendali.
Se opera all'interno della funzione del personale, dipende gerarchicamente dal Direttore del personale, mentre nelle società di consulenza dipende dall'Amministratore delegato.


TENDENZE OCCUPAZIONALI

L'Esperto in compensation è una figura professionale che si caratterizza per buone prospettive di occupabilità. Infatti un sistema aziendale premiante e ben strutturato, competitivo rispetto all'esterno, motivante ed equilibrato, rappresenta la base di una politica del personale gestita con successo. L'elaborazione di tale sistema richiede già oggi, soprattutto nella grande impresa, e richiederà sempre più, il contributo di un Esperto che sia in grado di padroneggiare questa complessa materia.


FIGURE PROFESSIONALI PROSSIME

Le figure più simili sono l'Esperto di analisi-valutazione del lavoro e sviluppo, e l'Esperto di politiche retributive e sistemi di incentivazione.

Fonte: Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori
http://www.isfol.it/orientaonline/home.asp

Franchising Low Cost

Franchising di Successo