Come aprire un circolo privato

 La tua intenzione è quella di aprire un circolo privato ma non sai da dove partire? Ti diamo noi le giuste dritte, continua a leggere e vedrai che gradualmente le idee cominceranno a prendere forma nella tua testa.

Il circolo privato, come dice il termine stesso, non è un locale pubblico che è accessibile a tutti, ma si tratta di un luogo di ritrovo per alcune persone. Gli interessati possono prenderne parte, previa compilazione di una tessera di iscrizione, a volte a pagamento, a volte gratuita, con la quale si acquisisce il diritto di entrare nel locale.

Quali sono i servizi offerti in un circolo privato?

E’ fondamentale sottolineare che lo scopo del circolo privato è quello promuovere la socializzazione tra le persone. L’importante è, però, visto e considerato che ci sono delle agevolazioni fiscali, fare tutto secondo le regole.

L’intento ispiratore, dunque, deve essere solidaristico e non commerciale, anche se non si esclude che si possa guadagnare qualcosa di interessante.

Nel circolo privato è possibile promuovere attività di valenza sociale, di tipo culturale e/o ricreativo. Qualche esempio di più concreto? Ci sono circoli sportivi, ludici, universitari, dove i soci si incontrano per fare due chiacchiere, partecipare a tornei, condividere letture, cineforum e molto altro ancora.

Molto spesso i circoli privati puntano anche sull’apertura di un bar o di un angolo di ristoro che non hanno alcun vincolo fiscale da rispettare.

L’iter burocratico, requisiti e autorizzazioni

  • Determinare lo scopo del circolo e specificarne la sua principale attività
  • Redigere uno statuto e un atto costitutivo
  • Per poter effettuare la registrazione dell’attività recarsi presso l’agenzia delle entrate
  • Affiliarsi ad un ente di promozione sociale a carattere nazionale, così facendo si avrà la possibilità anche di aprire all’interno un punto di ristoro.

Per chi vuole avviare un’attività che prevede la somministrazione di alimenti e bevande bisogna chiedere un’autorizzazione al Comune. Oltre a ciò, bisogna presentare la SCIA, ed essere in possesso della certificazione HACCP che, in quest’ultimo caso, può essere tranquillamente conseguita dopo la partecipazione ad un corso.

Trattandosi di un’attività non commerciale, non occorre aprire P.IVA e né tantomeno emettere scontrini fiscali.

Nel caso in cui il tuo intento è quello di promuovere altri tipi di attività più specifiche quali, un’esibizione teatrale o spettacoli musicali, vi è l’obbligo di pagare i diritti SIAE e di disporre di una licenza apposita. Non solo, ma se il locale ha la possibilità di ospitare almeno 100 persone, in tal caso, bisogna, altresì, ottenere un certificato di prevenzione incendi rilasciato direttamente dal comando locale dei Vigili del Fuoco.

La parte economica ed i costi

Per acquistare le attrezzature e allestire un locale, il costo da sostenere potrebbe essere piuttosto elevato, soprattutto se l’intenzione è quella di offrire un angolo ristoro. Tuttavia, l’investimento può essere coperto, nella maggior parte dei casi, con diversi strumenti di finanziamento agevolato.

Aprire un circolo privato, dunque, può essere una sfida avvincente e appassionante, ma anche molto impegnativa. Prima di lanciarti nell’impresa è bene valutare ogni singolo aspetto, magari chiedendo qualche consulenza ad un esperto in materia, visto e considerato che i guadagni potrebbero non soddisfarti del tutto. Si tratta sempre di un’attività no-profit, gli utili non possono essere distribuiti, ma devono essere tenuti in cassa o reinvestiti per finanziare altre attività.

Ovviamente questo non significa che non si guadagnerà nulla, ma è bene precisare che i margini di profitto, tuttavia, non saranno soddisfacenti come si potrebbe erroneamente pensare.

Guide e Supporto su Come aprire un circolo privato

Ti proponiamo una guida per avere tutte le informazioni utili su come aprire un circolo privato in modo da non commettere errori  ed avere già in partenza tutte le informazioni importanti per valutazione corretta.

Con il KIT CREAIMPRESA CIRCOLO PRIVATO avrai una guida completa su:

• individuare i finanziamenti, i contributi a fondo perduto e le agevolazioni pubbliche che puoi richiedere
• conoscere le leggi e le norme che regolano il circolo privato
• conoscere le licenze, le autorizzazioni e i requisiti necessari per aprire un circolo privato
• prevedere i guadagni del circolo privato
• prevedere l'investimento d'apertura e i costi per gestire un circolo privato
• conoscere le attrezzature e gli impianti necessari per aprire un club
• progettare al meglio la gestione di un circolo privato

 

Clicca qui per scoprire l'offerta e le modalità d'invio del Kit completo

 

Recensioni

Franchising
Rated 4.85 based on 5 customer reviews
Info utili
scritto da , il11-12-2015
5 5
Aprire in franchising non è semplice. Grazie per le informazioni e per avermi permesso di consultare le aziende più importanti del settore.
Ottimo articolo e proposte
scritto da , il10-05-2015
5 5
Articolo ben fatto, con diversi marchi nel settore. Utili informazioni e contatto diretto con le aziende.
tante opportunità
scritto da , il23-07-2016
4 5
Panoramica utile sui vari settori: informazioni esaustive e possibilità di contattare le aziende direttamente.
Proposte franchising serie
scritto da , il14-10-2016
5 5
Molti franchising proposti e, sopratutto, sono stato ricontattato da tutti in modo da chiarirmi le idee.
Sito ben fatto
scritto da , il21-09-2016
5 5
Giudizio positivo!