Come aprire un’attivita’ di coltivazione bambu’

franchising bambooIl bambù, pianta di origine asiatica, è diventata, negli ultimi tempi, una “speranza” per gli agricoltori italiani non più in grado di far quadrare i conti con le colture tradizionali. Abbiamo parlato di coltivazioni di bamboo anche in passato, enfatizzando il valore commerciale crescente degli eco-investimenti.

Perche’ aprire un’attivita’ di coltivazione bambu’

E’ una pianta che cresce molto velocemente, di caratteristica rustica e poco bisognosa di cure particolari. Solo dopo i primi tre-quattro anni dall’impianto, le piante devono essere idratate (con impianti a goccia o a spruzzo) e concimate. Un bambuseto adulto provvede ad un'autopacciamatura con le foglie secche e riesce a mantenere l'umidità nel terreno. L'irrigazione è, comunque, necessaria e anche la concimazione, se si vogliono ottenere le migliori rese.

Prodotti e servizi da offrire

Il bambù può essere utilizzato così come si trova in natura, oppure sottoposto a processi di lavorazione manuale semi industriale o industriale, che trasformano il fusto in prodotti per l'edilizia, l'arredamento etc...
I settori industriali di utilizzo del bambù sono per la maggior parte quelli riguardanti la produzione della carta e l'energia.
I prodotti derivati dalla lavorazione del bambù vengono prevalentemente realizzati nei paesi in cui la pianta cresce in abbondanza come l'india e la cina.

I più comuni prodotti derivati sono:

-         Stuoie da utilizzare per la creazione di tappeti, schermature verticali, rivestimenti, suppellettili, elementi di arredo 

-         Pannelli di stuoie da utilizzare per la creazione di porte, pareti divisorie, scatole, coperture

-         Laminati da utilizzare per la creazione di assi e tavole per parquet, semilavorati per l'edilizia e l'arredo, utensili.

-         Filati di bambù da utilizzare per la creazione di tessuti

-         Carta da utilizzare per la creazione di carta decorativa e per oggettistica

Iter burocratico

Da un punto di vista burocratico, il titolo di imprenditore agricolo o coltivatore diretto, viene riconosciuto solo a persone di età inferiore ai quarant’anni. Cosa ci vuole per aprire un’azienda agricola?

-         Se chi vuole lavorare in agricoltura intende farlo da solo o anche con l’aiuto dei familiari, dovrà aprire una partita iva come ditta individuale.

-         In alternativa, la forma più utilizzata nel settore agricolo, è quella della società semplice (s.s.). Quest’ultima si può anche costruire con semplice scrittura privata da registrare all’agenzia delle entrate senza bisogno di coinvolgere un notaio.

-         L’azienda agricola dovrà iscriversi alla camera di commercio.

Costi e guadagni

In italia, le migliori zone per un bambuseto sono le ex risaie o le aree dove piove spesso, ma anche con scarsità di neve e in prossimità di corsi d’acqua. Per iniziare bisogna soltanto acquistare le piantine che costano circa 25 euro l’una e decidere se produrre germogli per l’alimentazione oppure fusti da taglio.

Nel secondo caso, il business è notevolmente più redditizio. Ipotizzando di avere a disposizione un ettaro di terreno coltivabile, con un prezzo di vendita di 12 euro per canne di almeno 3 m di altezza, si può prevedere un fatturato annuo di circa 96 mila euro. Considerando le spese di innaffiamento, cura, taglio e trattamento (i fusti vanno trattati con boro e stagionati per un anno) che si possono stimare in un intorno di 20 mila euro, vuol dire che il guadagno potenziale sarà di circa 76 mila euro.

Guarda le nostre proposte per avviare un'attività in proprio

Guide e Supporto su Come aprire una coltivazione di bambù

Ti proponiamo una guida per avere tutte le informazioni utili su come aprire un negozio di prodotti per celiaci e per intolleranze alimentari in modo da non commettere errori  ed avere già in partenza tutte le informazioni importanti per valutazione corretta.

Con il KIT CREAIMPRESA COLTIVAZIONE BAMBU' avrai una guida completa su:

• individuare i finanziamenti, i contributi a fondo perduto e le agevolazioni pubbliche che puoi richiedere
• conoscere le leggi e le norme che regolano le coltivazioni di bambù
• conoscere le licenze, le autorizzazioni e i requisiti necessari per avviare una coltivazioni di bambù
• prevedere i guadagni di una coltivazioni di bambù
• prevedere l'investimento d'apertura e i costi per gestire una coltivazioni di bambù
• conoscere le attrezzature e gli impianti necessari per una coltivazioni di bambù
• progettare al meglio la gestione di una coltivazioni di bambù

 bambu creaimpresa

Clicca qui per scoprire l'offerta e le modalità d'invio del Kit completo

 

Recensioni

Franchising
Rated 4.85 based on 5 customer reviews
Info utili
scritto da , il11-12-2015
5 5
Aprire in franchising non è semplice. Grazie per le informazioni e per avermi permesso di consultare le aziende più importanti del settore.
Ottimo articolo e proposte
scritto da , il10-05-2015
5 5
Articolo ben fatto, con diversi marchi nel settore. Utili informazioni e contatto diretto con le aziende.
tante opportunità
scritto da , il23-07-2016
4 5
Panoramica utile sui vari settori: informazioni esaustive e possibilità di contattare le aziende direttamente.
Proposte franchising serie
scritto da , il14-10-2016
5 5
Molti franchising proposti e, sopratutto, sono stato ricontattato da tutti in modo da chiarirmi le idee.
Sito ben fatto
scritto da , il21-09-2016
5 5
Giudizio positivo!