Franchising Case dell’Acqua e Distributori di Acqua

Scopri l’opportunità di aprire il tuo negozio franchising trattamento acque con brand di successo.

GUARDA LE NOSTRE PROPOSTE IN FRANCHISING:

wide rhino logo distributori

WideRhino

Il tuo Negozio Automatico 24h touchscreen, sicuro e con un’ampia gamma di prodotti. Scopri il format innovativo WideRhino

Scegli la tua regione (ordine alfabetico)
Inserisci la città in cui vorresti aprire la tua attività

Visualizza Scheda Franchising
es vending distributori logo

E&S Vending

Negozi Automatici con Distributori H24

Scegli la tua regione (ordine alfabetico)
Inserisci la città in cui vorresti aprire la tua attività

Visualizza Scheda Franchising

Il business della casa dell’acqua

Negli ultimi anni si fa sempre più attenzione al tipo di acqua che si beve. Tale attenzione è la conseguenza di un diffuso inquinamento delle acque. Ecco perché le acque meno pure, onde possibile, oggi possono essere migliorate da strumenti per il loro trattamento.

I prodotti venduti sono tantissimi, tra cui l’acqua alcalina, addolcitori d’acqua, motorini elettrici, idro-massaggiatori con ozono e generatori di ozono.

Coloro che vogliono aprire un negozio trattamento acque devono possedere un budget destinato all’investimento iniziale e ad eventuali imprevisti nel periodo d’apertura. Il titolare ideale, inoltre, nutre un forte interesse per il trattamento acque ed è disponibile ad aggiornamenti continui sul settore. I costi di avvio attività possono variare molto in base alla tipologia di negozio di trattamento acque che si vuole aprire, la location deve essere una zona trafficata e con possibilità di parcheggio.

Case dell’acqua e distributori d’acqua: una scelta ecologica

Una famiglia media per l’acqua in bottiglia spende circa 236,52 euro all’anno. Le bottiglie di plastica sono dannose per l’ambiente e comportano anche una spesa maggiore per le famiglie italiane. Inoltre, oggi sono diverse le misure che si stanno intraprendendo per riuscire a limitare al massimo l’uso della plastica per riuscire a rispettare al meglio l’ambiente naturale.

Ecco perché le case dell’acqua e per i distributori d’acqua possono essere una scelta di business ottimale.

Oggi sono sempre di più coloro che vogliono risparmiare sia in termini di costi sia di uso della plastica ed ecco perché si rivolgono ai distributori e alle case dell’acqua per riuscire a rifornire la propria famiglia per un lungo periodo.

Nelle aree urbane si arrivano a prelevare milioni di litri in acqua, evitando di conseguenza anche il PET, ossia la plastica, evitando lo spreco e facendo bene anche alla salute e all’ambiente. Quando si apre una Casa dell’Acqua bisogna considerare che si fa affidamento a un ampio target di persone che si rivolgono loro possono sia risparmiare dal punto di vista economico sia dal punto di vista dello smaltimento della plastica.

Normativa per aprire una casa dell’acqua o vendita depuratori d’acqua

Sia che si scelga di aprire un negozio per la vendita di depuratori per l’acqua sanitaria sia nel caso in cui si voglia avviare un punto vendita per la distribuzione automatica dell’acqua potabile, la normativa è pressocché simile a quella di tutte le attività commerciali.

Bisognerà dunque aprire una Partita IVA, Iscriversi al Registro delle Imprese, scegliere il codice ATECO corretto per l’attività e successivamente inviare la modulistica necessaria per la SCIA al Comune che permette di iniziare la commercializzazione dei prodotti. In caso di necessità di vendita diretta del prodotto sarà necessario avere qualcuno che possa operare come Agente di Commercio con la relativa P.IVA dedicata a questa specifica attività.

In ogni caso, per essere sicuri delle norme da seguire per questa specifica attività è bene affidarsi al proprio commercialista.

Quanto costa aprire una casa dell’acqua o un distributore automatica acqua potabile?

I costi per l’avvio di questa attività non sono molto alti, infatti, in franchising basta un investimento a partire da 300 euro, se si opera solo come agenti di commercio. Se invece si apre un negozio allora i costi saranno superiori e partono dai 2000 euro fino ai 10000 euro circa. In franchising, è possibile affidarsi a marchi dedicati partendo da 1000 euro.

Possibili guadagni

In ogni attività è complesso poter determinare i possibili guadagni che si possono ottenere. Sicuramente aprire una casa dell’acqua o vendere depuratori per il trattamento delle acque è un’attività redditizia e con buoni margini di profitto. I reali guadagni però dipendono dall’impegno che ci si mette e dal modello di business che si sceglie di seguire.

Franchising depuratori per il trattamento dell’acqua: come funziona?

Un franchising nel campo del trattamento e dei distributori d’acqua può scegliere sia di aprire una Casa dell’acqua sia un negozio per la vendita di addolcitori, oppure di depuratori per l’acqua alcalina ecc.

I depuratori servono ad eliminare dall’acqua sanitaria di casa tutte le impurità e i metalli pesanti che possono danneggiare a lungo andare l’organismo, che possono rovinare il sapore degli alimenti, le pentole ecc…

Il sistema di trattamento delle acque con i depuratori permette di eliminare problematiche come, ad esempio, la presenza di arsenico, anche se in minuscole percentuali, all’interno dell’acqua.

Anche sotto il profilo sanitario, dunque, il target alla quale si possono rivolgere coloro che vendono i depuratori d’acqua è molto ampio. In quanto, sempre più persone non si vogliono solo liberare della plastica in eccesso, ma anche migliorare la sicurezza dell’acqua che sgorga dal loro rubinetto.

Perché scegliere la formula in franchising?

Le previsioni per il 2024 indicano un anno di crescita per il settore del franchising in Italia. Secondo il Rapporto Assofranchising Italia – Strutture, Tendenze e Scenari, realizzato da Nomisma per Assofranchising, si prevede un incremento del fatturato complessivo del comparto del +4,3%. Alcuni settori merceologici, in particolare, mostrano previsioni di crescita a doppia cifra, con il settore della cura e benessere della persona che dovrebbe aumentare del +10,3%.

Le buone performance del settore franchising, che rappresenta l’1,8% del PIL italiano, non si limitano solo al fatturato. Nel 2023, il numero di punti vendita in franchising ha registrato una crescita significativa, con un’accelerazione del +7,6%, superando di gran lunga il trend degli anni precedenti che si attestava intorno al +2,2%. Complessivamente, il numero di punti vendita ha raggiunto le 65.806 unità, con un aumento di 4.664 unità rispetto al 2022.

Parallelamente, anche l’occupazione nel settore franchising ha mostrato segni positivi. Il numero degli addetti occupati è cresciuto di 34.919 unità, raggiungendo un totale di 287.767 persone impiegate. Questi dati evidenziano come il franchising stia diventando sempre più rilevante nel panorama economico italiano, offrendo non solo opportunità di crescita per gli imprenditori ma anche posti di lavoro per la popolazione.

L’aumento del numero di punti vendita e degli occupati riflette una fiducia crescente nel modello di business del franchising, che si dimostra capace di adattarsi alle esigenze di mercato e di offrire stabilità e opportunità di crescita economica. Il trend positivo è sostenuto da una maggiore consapevolezza e apprezzamento per i vantaggi del franchising, sia per i consumatori che per gli imprenditori.

Franchising distributori dell’acqua: i vantaggi

Aprire un’attività in franchising offre numerosi vantaggi a coloro che vogliono aprire un’attività per il trattamento acque. Tra gli aspetti più incisivi, ricordiamo:

  • Fin dall’apertura del negozio franchising trattamento acque si beneficia del know-how e dell’assistenza di un marchio affermato.
  • La maggiore visibilità che si ha verso una potenziale clientela del franchising.
  • La riduzione drastica di imprevisti per il budget di apertura, il quale seppur potrà subire variazioni grazie all’esperienza del franchisor potranno essere preventivate tempestivamente.
  • Si è titolari e imprenditori di sé stessi con un rischio ridotto.
  • Il franchising permette di ottenere l’attrezzatura e il necessario per aprire la propria casa dell’acqua o punto vendita di distributori.

Cosa offriamo?

Il portale Lavoroefranchising.com ti offre:

  • Un contatto diretto tra te e il franchisor.
  • Un’ampia offerta di brand suddivisi per categoria.
  • Delle schede di approfondimento su ogni singolo marchio franchising trattamento acque.
  • Consigli su quale brand è più adatto alle tue esigenze.
  • Puoi richiedere gratuitamente maggiori indicazioni per scegliere il franchising trattamento acque.

I marchi presenti in questa sezione sono alla ricerca di imprenditori disposti a investire per aprire un’attività di successo.