Know-How

knowhow

Il mondo del franchising è un ambiente dinamico e competitivo in cui la condivisione di conoscenze e abilità, nota come “know-how,” gioca un ruolo cruciale nel determinare il successo di una partnership tra franchisor e franchisee.

Il concetto di know-how, come definito dalla legge 129/2004, si riferisce a un patrimonio di conoscenze pratiche non soggetto a brevetto, derivante dalle esperienze e dalle prove condotte dal franchisor. Tale know-how deve possedere la caratteristica fondamentale di rimanere segreto, ossia non essere di conoscenza generale, né facilmente accessibile a terzi, sia nella sua configurazione precisa che nella composizione dei suoi singoli elementi.

La rilevanza del know-how nel contesto del franchising è chiaramente sottolineata dall’articolo 3, quarto comma, della Legge numero 129 del 2004. Questa disposizione richiede l’obbligatoria indicazione nel contratto di franchising del know-how fornito dall’affiliante al franchisee.

Scopri i migliori franchising da aprire

Cos’è il know-how nel franchising?

Il know-how rappresenta l‘insieme di competenze, processi, e conoscenze acquisite dall’esperienza che consentono di operare con successo in un’attività specifica. Il know-how è particolarmente importante nel franchising per diverse ragioni specifiche come:

  •  Consistenza e standardizzazione
  •  Riduzione dei rischi
  •  Formazione
  •  Vantaggio competitivo
  •  Controllo di qualità
  • Crescita accelerata

Quali requisiti deve avere iI know-how per essere efficace?

Affinché il know-how sia valido e utile nel contesto del franchising, devono essere soddisfatti alcuni specifici criteri stabiliti dall’articolo 1, terzo comma, della Legge n. 129/2004.

Questi criteri comprendono tre elementi chiave:

  1.  Segretezza: le informazioni trasmesse devono essere uniche e non disponibili altrove, rendendo difficile per il franchisee acquisirle da fonti esterne in modo conveniente.
  2.  Sostanzialità: deve avere un valore significativo e includere conoscenze indispensabili per il franchisee nell’uso, nella vendita, nella gestione e nell’organizzazione dei beni o servizi contrattuali.
  3.  Individuabilità: deve essere descritto in modo dettagliato e completo, consentendo al franchisee di verificarne la segretezza e la sostanzialità

Assenza o della Mancanza di Know-how nel Franchising: quali sono le conseguenze?

In caso di assenza o insufficienza del know-how, si presume che ciò possa portare alla nullità del contratto di franchising, poiché l’oggetto del contratto non è definito in modo chiaro e specifico.
Di conseguenza, il franchisee avrebbe il diritto di richiedere il rimborso di tutte le somme precedentemente versate al franchisor.
Inoltre se la mancanza o l’incompletezza del trasferimento del know-how costituisce un caso di pubblicità ingannevole, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) potrebbe imporre al franchisor una sanzione pecuniaria.

Metodi per trasferire il know-how nel franchising

Per garantire il successo del franchising, è essenziale trasferire il know-how in modo efficace dal franchisor al franchisee attraverso due principali strumenti:

  • Il manuale operativo rappresenta una guida dettagliata contenente istruzioni e indicazioni che l’affiliato deve seguire per aprire e gestire con successo l’unità.
  • Attraverso la formazione vengono condivise conoscenze pratiche che non possono essere completamente descritte o formalizzate nel manuale operativo.

Quali sono i metodi per proteggere il know-how nel franchising?

Oltre a condividerlo, è importante proteggere il know-how nel franchising. Ecco alcuni metodi per proteggere il know-how:

  1.  Accordi contrattuali: il contratto di franchising dovrebbe includere clausole specifiche che regolamentino la confidenzialità delle informazioni, vietando la divulgazione.
  2.  Clausole di riservatezza: definiscono le informazioni considerate confidenziali e l’obbligo del franchisee di mantenerle segrete durante e dopo la scadenza del contratto.
  3.  Limitazioni geografiche: concedere una licenza per una determinata area geografica, impedendo al franchisee di operare al di fuori da quella zona.
  4.  Formazione e monitoraggio: una formazione continua e un monitoraggio costante possono contribuire a garantire che il know-how venga utilizzato correttamente.
  5.  Protezione legale: è possibile proteggere il know-how attraverso la protezione legale dei diritti di proprietà intellettuale.
  6.  Procedure operative interne: il franchisor può sviluppare procedure operative interne che limitano l’accesso alle informazioni critiche solo a chi ne ha effettivamente bisogno.
  7.  Gestione delle relazioni: un buon rapporto può incentivare il rispetto delle clausole contrattuali e la collaborazione per il successo reciproco.
  8.  Monitoraggio delle performance: il franchisor può monitorare le performance delle unità franchisate per identificare eventuali anomalie o comportamenti non conformi.

Come il know-how può creare vantaggi competitivi?

Il know-how può anche influenzare positivamente l’intera catena di fornitura, ecco come:

  • Ottimizzazione dei processi: può essere utilizzato per migliorare ed ottimizzare i processi all’interno della catena di fornitura.
  • Gestione della qualità: può essere applicato per garantire elevati standard di qualità nei prodotti o servizi.
  • Innovazione: può stimolare l’innovazione all’interno della catena di fornitura.
  • Riduzione dei rischi: può contribuire a identificare e mitigare i rischi nella catena di fornitura.
  • Collaborazione: può favorire la collaborazione all’interno della catena di fornitura.
  • Efficienza logistica: nel caso di catene di fornitura complesse, il know-how può essere applicato per ottimizzare la logistica e la gestione dei materiali.
  • Adattamento ai cambiamenti: può aiutare la catena di fornitura a reagire in modo flessibile ai cambiamenti del mercato o dell’ambiente commerciale.
  • Competenze specializzate: può creare competenze specializzate all’interno della catena di fornitura, rendendo l’azienda più competitiva in settori specifici o in segmenti di mercato di nicchia.

Il know-how è un elemento essenziale per il successo di un franchising. Che tu sia un imprenditore, un franchisor, un franchisee, un consulente aziendale o uno studente di business, la comprensione del know-how nel franchising è fondamentale per raggiungere il successo in questo settore così dinamico e competitivo.

► Guarda il glossario franchising

► Scopri le idee franchising italiane divise per settore

► Clicca per vedere dei franchising di successo