Come aprire un negozio di abbigliamento vintage in franchising

abbigliamento vintage

Il vintage è tornato di moda. In tutte le grandi città d’Italia e d’Europa sono proprio queste le attività che vanno per la maggiore, quelle che riescono ad attirare sia gli abitanti locali, sia i turisti.

Le opportunità offerte dal vintage sono davvero interessanti ed è per questo che abbiamo deciso di occuparcene nel corso della nostra guida di oggi.

Potresti aprire un negozio di abbigliamento vintage in franchising come tua prossima attività – generando profitti interessanti e cavalcando un’onda che da trend si è trasformata in fenomeno culturale permanente.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere a riguardo, i numeri di questo fenomeno e perché – se stai pensando di entrare nel mondo dell’abbigliamento – dovrebbe essere proprio questa una delle prime ipotesi da passare al vaglio.

Cos’è il vintage? Perché sta andando tanto forte?

Quando parliamo di vintage ci riferiamo a capi di abbigliamento, come giacche, jeans, cappotti, camicie, maglioni e borse, prodotti tanti anni fa, indossati e dunque usati, che sono tornati di moda. Si tratta di un ritorno di fiamma importantissimo, con i negozi specializzati in questa tipologia di abbigliamento che sono spuntati come funghi in tutte le principali capitali europee e, adesso, anche in provincia.

Il cliente che cerca un negozio vintage è alla ricerca di un prodotto particolare, non più nuovo, che non è neanche più in produzione e che è carico di un fascino e di una bellezza che le produzioni in serie di oggi non sono più in grado di regalare.

Perché un franchising è la scelta giusta per un negozio di abbigliamento vintage?

I negozi di abbigliamento vintage presentano delle criticità diverse da quelle che si potrebbero dover affrontare con un negozio di abbigliamento vintage.

Il primo dei problemi è sicuramente quello dell’approvvigionamento della merce. Trattandosi di capi usati e che ormai hanno almeno più di 20 anni, non possiamo sicuramente rivolgerci ad un produttore, ma dobbiamo entrare in qualche tipo di circuito che ci permetta di ricevere tali capi.

La raccolta della merce è sicuramente l’aspetto più fondamentale per quanto riguarda questo tipo di attività – non ci si può aspettare di raccogliere soltanto sul territorio, puntando sul desiderio di qualcuno di sbarazzarsi di qualche capo vecchio ma ancora di moda.

Inserendosi in un circuito di franchising vintage diventa possibile mettersi alle spalle questa – apparentemente insormontabile – problematica.

C’è chi opera per conto proprio: come fa?

C’è qualche negozio vintage indipendente in Italia (così come ce ne sono diversi all’estero) anche se ormai si tratta di mosche bianche che, con ogni probabilità, dovranno presto fare i conti con realtà meglio organizzate e che hanno circuiti più solidi, anche di approvvigionamento merce.

Auguriamo a tutti le migliori delle fortune, ma quando si tratta una categoria merceologica così complessa, aprire per conto proprio vuol dire affidarsi, quantomeno per l’approvvigionamento merce, a singoli e privati che vogliono sbarazzarsi dei propri capi. Non esattamente una base solida sulla quale costruire la propria attività.

Gli altri vantaggi del vintage in franchising

Ovviamente non è soltanto l’approvvigionamento merce ad essere più comodo per chi decide di aprire in franchising. Tali formule ti permettono di accedere ad altri tipi di servizi, che renderanno la gestione della tua attività enormemente più semplice:

  • Assistenza nella progettazione: fornita in genere dagli esperti del marchio al quale ci affilieremo. Studi di fattibilità, allestimenti e arredi non saranno più un problema;
  • Pubblicità: sarai assistito non solo a livello nazionale, con il marchio che si preoccuperà anche di sostenerti a livello locale, per far conoscere il tuo nuovo punto vendita e le tue offerte;
  • Resi e scambi: anche i negozi vintage hanno l’invenduto da gestire – le reti di franchising ti permettono anche di scambiare la merce che hai in negozio e non sei riuscito a vendere con altri punti vendita;
  • Formazione: importantissima anche la formazione, che ti permette di imparare quello che è necessario per gestire un’attività di questo tipo al meglio;

Sono vantaggi molto importanti, che dovrebbero far propendere qualunque tipologia di imprenditore proprio verso una soluzione, possibilmente “chiavi in mano”, in franchising.

Il vintage non ti convince? Ci sono molte alternative nel mondo dell’abbigliamento

Se il vintage non ti convince, potrai sempre e comunque consultare i nostri marchi di abbigliamento in franchising per trovare quella giusta tra le diverse attività che potresti aprire nel settore dell’abbigliamento.

Le opportunità imprenditoriali sono davvero tante e non avrai alcun tipo di problema a trovare quella che fa davvero al caso tuo, che tenga conto delle tue attitudini, del capitale che puoi effettivamente investire e di ogni altro tipo di necessità.

Continua a seguire Lavoroefranchising.com per conoscere tutte le ultime novità dal mondo del franchising, per essere aggiornato su tutte le offerte e su tutte le opportunità che hai a disposizione per diventare finalmente imprenditore con la tua attività!

GUARDA LE NOSTRE PROPOSTE DI FRANCHISING ABBIGLIAMENTO