Come aprire un ristorante vegano in franchising

aprire un ristorante vegano

Quella vegana non è soltanto una cucina, ma uno stile di vita abbracciato da sempre più persone. Se i vegetariani infatti sono in calo, come dimostrano i più recenti dati ISTAT diffusi in materia, aumentano in modo molto rapido coloro i quali decidono di abbandonare completamente gli alimenti di origine animale.

In questo contesto, aprire un ristorante vegano in franchising è sicuramente una buona idea. Siamo infatti davanti ad un trend che non è più moda, ma uno stile di vita duraturo, informato a scelte di carattere etico, ma non solo.

Se vuoi saperne di più sulle possibilità offerte dai Franchising vegani, continua a leggere, perché affronteremo, come sempre su LavoroEfranchising.com, la questione in dettaglio, sottolineando per te vantaggi, svantaggi, costi, possibili ritorni e situazione del settore.

Perché proprio un ristorante vegano?

Questa è sicuramente la questione fondamentale dalla quale partire. Perché aprire proprio un ristorante vegano in franchising e non un altro tipo di ristorante in franchising? La questione va affrontata quantomeno da due angoli:

  • Sono sempre di più gli italiani che sposano questa scelta di vita: vuoi per scelte di carattere etico – non si vuole, a ragione, essere compartecipi di un sistema alimentare che sfrutta e uccide gli animali – vuoi invece per scelte legate alla salute (il consumo di carne è eccessivo al giorno d’oggi e dannoso per la salute), sono sempre di più coloro i quali seguono appunto questo specifico regime alimentare;
  • La clientela è più semplice da fidelizzare, almeno adesso. I locali che offrono questo tipo di cucina sono ancora pochi, anche nelle grandi città e proporsi oggi su questo mercato vuol dire poter attingere da una clientela che mangia sempre vegano e che ha, per poco, ancora poche alternative;

Si tratta dunque di una scelta ideale per chi vuole aprire un’attività proprio nel mondo della ristorazione e ha bisogno di un settore nuovo, fresco, in crescita e che dia spazio anche alla creatività.

Vegano, ma buono – non puntare solo alla clientela strettamente vegana

Un altro aspetto da considerare riguarda la tipologia di clientela che tipicamente si rivolge a questo tipo di attività. Certo, da un lato c’è l’enorme pubblico di vegani, in forte crescita ormai da qualche tempo, dall’altro chi, magari non sempre, decide di scegliere questa cucina.

Abbiamo dunque un pubblico che è sicuramente più vasto di quello strettamente vegano e che possiamo coltivare scegliendo una buona cucina, piatti accattivanti e più in generale prodotti di qualità.

Il mondo della ristorazione vegana è una tavola bianca, che un bravo imprenditore può dipingere con attenzione per il cliente e qualità senza compromessi – quella che possono offrire i migliori franchising disponibili nel nostro Paese.

La ricetta perfetta per generare profitti, per rientrare dell’investimento e per avviare e gestire un’attività di qualità è proprio questa.

Conviene aprire in franchising un ristorante vegano?

Sì. I vantaggi che derivano dalla scelta di una soluzione in franchising sono molti e sicuramente da tenere bene a mente prima anche soltanto di considerare un’apertura indipendente. Chi sceglie un ristorante vegano in franchising ha:

  • Un menù e un ricettario già testati presso il grande pubblico, dato che si starà rivolgendo comunque ad un marchio già affermato e che ha già successo in altre aree geografiche.
  • Togliersi il pensiero di un menù da aggiornare frequentemente e di ricette da inventare, vuol dire avere più tempo a disposizione e maggiori risorse mentali da dedicare agli altri aspetti della nostra attività;
  • Formazione, sia prima dell’apertura, sia una volta che il locale sarà aperto. Anche se hai già esperienza nel mondo della ristorazione, ricordati che avrai bisogno di altre conoscenze e di altre skill per far funzionare al meglio il tuo ristorante. Il franchising può offrirti anche questo;
  • Pubblicità e marketing: il franchise si occupa di promuovere il marchio su tutto il territorio nazionale, il che vuol dire che potrai godere dei ritorni pubblicitari senza progettare alcuna campagna e senza spendere un euro in più;
  • Progettazione del locale: progettare gli arredi del proprio locale è molto costoso e difficile. I grandi del franchising sono invece in grado di offrirti una soluzione chiavi in mano. Dovrai pensare soltanto all’apertura!

Se non sei sicuro della tua scelta – le alternative ad un ristorante vegano

Potresti non essere sicuro della bontà della scelta e ti capiamo. Si tratta di un settore che, per quanto in crescita, potresti percepire come di nicchia, rinunciando al tuo impegno. Hai delle ottime alternative però, che ti consigliamo di consultare, sia per confermare la tua scelta, sia per considerare altri tipi di impegni:

  • Ristorante vegetariano: è una scelta meno radicale e che ti permette di vendere prodotti più vari. Un’ottima alternativa alla scelta vegana;

Se il mondo vegano e vegetariano non ti convincono, hai poi altri tipi di alternative: le troverai elencate nella nostra guida ai ristoranti etnici in franchising.

Guarda le proposte nel settore ristorazione: