Franchising Food Delivery e consegne a domicilio

franchising food delivery

Il food delivery e le consegne a domicilio sono tra le opportunità moderne per chi vuole mettersi in proprio in un business che negli ultimi anni sta crescendo sempre di più. Il food delivery secondo le stime effettuate dall’Osservatorio B2C del Politecnico di Milano insieme alla società Netcomm nel 2019 ha fatturato più di 566 milioni d’euro.

Il settore di consegne a domicilio Food&Grocery ha raggiunto un valore di mercato pari a 1,6 miliardi. Secondo un’indagine sulla spesa a domicilio solo questo comparto nel 2019 ha raggiunto un valore di 476 milioni di euro, con un trend di crescita costante.

Insomma, il franchising food delivery e consegne a domicilio sembra essere un’opportunità ideale per chi vuole avviare una nuova attività, specie se si abita in zone ad alta densità di popolazione dove il servizio a domicilio è sempre più richiesto.

Come funziona e le caratteristiche del food delivery

Il food delivery in franchising è un’attività che prevede la consegna a domicilio di piatti, pietanze e bevande presenti nei ristoranti della propria città. In poche parole, ci si accorda con alcune attività ristorative e alimentari, dopo di ché a seconda degli ordini ottenuti si organizzano le consegne, che devono essere effettuate rapidamente e in modo consono agli standard d’aspettativa del cliente.

Per quanto riguarda il grocery delivery invece quest’attività in franchising prevede il servizio di spesa a domicilio. Ossia ci si accorda con i supermercati in zona, al fine di organizzare un sistema di ordini e consegna della spesa a casa ad orari concordati con il cliente.

Infine, esiste un ultimo servizio quello delle consegne a domicilio. In questo caso, si fanno acquisti di ogni genere che vanno dai generi alimentari, fino a quelli farmaceutici, all’abbigliamento ecc…Creando un vero e proprio servizio di shopping a domicilio.

Come aprire un’attività di food delivery e consegne a domicilio in franchising

Oggi esistono diverse aziende che permettono ai loro affiliati di operare nel settore del food o beverage delivery e delle consegne a domicilio. Ci sono società di franchising specializzate nella consegna di alimenti e bevande, altre invece che prevedono la consegna specifica di altri prodotti come il cibo per animali, oppure la spesa alimentare nei supermercati.

Il primo passo per avviare un’attività di consegne a domicilio in franchising dunque, è scegliere il marchio al quale ci si vuole affiliare. Bisogna fare attenzione a scegliere un marchio che non copre già tutte le zone della città in cui si vuole avviare la propria attività, o comunque ancora non presente nella propria zona.

Scelto il franchising viene richiesto un investimento iniziale che in questo settore parte dagli 8 mila euro fino ai 15 mila euro circa. Per svolgere quest’attività non servono titoli, abilitazioni o esperienza pregressa. Inoltre, cosa molto interessante, non richiede nemmeno una sede fisica.

Infatti, l’affiliato avrà accesso agli strumenti dell’azienda, ai suoi accordi commerciali con ristoranti, negozi e supermercati, al sito web e alla loro applicazione online. L’unica cosa di cui si dovrà occupare chi sceglie di avviare un’attività in questo settore è: prendere gli ordini, organizzare le consegne, verificare che le consegne vengano effettuate in modo adeguato.

I guadagni sono generati dal prezzo che si applica per il servizio di consegna a domicilio.

Iter burocratico per un food delivery o attività di consegne a domicilio in franchising

Naturalmente, anche se non c’è bisogno di avere una sede fisica, è necessario comunque aprire una partita IVA per collaborare con le aziende in franchising. I principali adempimenti burocratici dunque prevedono:

  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Apertura della Partita IVA commerciale
  • Apertura delle posizioni Inps e Inail per sé stessi ed eventuali dipendenti
  • Tre semplici passi che possono essere svolti con l’ausilio di un commercialista o consulente del lavoro sul quale fare affidamento per riuscire a mettere in regola tutte le carte.

Quali sono i vantaggi del franchising food delivery?

Aprire un’attività di consegne a domicilio o food delivery in franchising offre diversi vantaggi. Innanzi tutto, troviamo la possibilità per l’affiliato di ottenere tutta la formazione necessaria per avviare quest’attività nel migliore dei modi seguendo il modello organizzativo dell’azienda e un sistema gestionale già collaudato.

Oltre alla possibilità di operare in modo corretto fin da subito grazie al know how dell’azienda, si deve considerare la fornitura di: software, materiali, contenitori, divise e attrezzatura per svolgere correttamente il proprio lavoro di consegne a domicilio.

Affiliandoti ad un’azienda in franchising non dovrai cercare accordi con ristoranti e attività commerciali, perché sarà la società madre a farlo per il franchisee, quindi si avranno già dei locali con i quali collaborare per le consegne a domicilio. Infine, quest’attività prevede l’esclusiva di zona. Questo vuol dire che avrai una zona tutta tua nella quale operare, senza il rischio di concorrenti che operino per lo stesso marchio.

Da considerare anche il vantaggio dato dall’accesso a un sistema di marketing, comunicazione e fidelizzazione del cliente ampia e ben strutturata che permette di lavorare meglio e di ottenere un maggior numero di clienti.